FILLER A BASE DI ACIDO IALURONICO PDF  | Stampa |

Atto medico terapeutico che consiste nella possibilità di ridurre la profondità delle rughe del viso ed aumentare i volumi sottocutanei. Si può anche aumentare il contorno, il volume e la carnosità delle labbra. I filler  si dividono in filler con materiale riassorbibile ( polisaccaride naturale presente in tutti gli organismi viventi) e filler con materiale non riassorbibile. Il filler più usato oggi è quello con acido jaluronico, materiale riassorbibile. L’acido ialuronico iniettabile per uso estetico può essere di origine animale ( creste di gallo) o di sintesi ( fermentazione batterica). La durata della correzione può andare dai 6 ai 9 mesi.
Sia che vogliate definire i contorni del viso, ottenere labbra più turgide o attenuare le rughe facciali porterete alla luce il meglio di voi modo istantaneo e naturale.


Indicazioni: rughe della fronte, glabella, correzione naso, solchi naso-genieni, rughe del volto, commessure labiali, rughe perioculari, zigomi, rughe perilabiali, contorno ed aumento volume labbra.

 

FILLER “DELLE MERAVIGLIE”
Accade, salvo le tante variabili individuali, intorno ai trent’anni: rallentando il metabolismo e il ricambio delle cellule, nello strato più profondo della pelle diminuisce la produzione di collagene ed elastina, le fibre di sostegno. Il risultato è una pelle progressivamente più sottile, asfittica, segnata dalle rughe. Per ringiovanire il volto e mantenerlo tale per 4-10 mesi vengono in aiuto i filler riassorbibili. Duttili, versatili, sempre più “tecnologici” e sicuri, si prestano ad un’infinità di ritocchi: con semplici microinfiltrazioni di sostanze e formulazioni più o meno fluide, infatti, si possono spianare le rughe, dare volume agli zigomi, ridisegnare il contorno mandibolare, restituire volume alla labbra. Gli effetti collaterali post seduta sono molto lievi: rossore e un po’ di gonfiore che si riassorbono nel giro di poche ore e di rado un piccolo ematoma, che scompare nel giro di 2-3 giorni circa. Tra i filler riassorbibili (unanimemente consigliati rispetto a quelli non riassorbibili, che invece non si integrano con i tessuti e con il tempo possono creare danni irreversibili) primeggiano l’acido ialuronico e il collagene, in diverse formulazioni e declinazioni, ma negli ultimi anni sono comparsi altri materiali, come l’acido polilattico, dalle interessanti peculiarità.

ACIDO IALURONICO
L'acido ialuronico è un polisaccaride, una sostanza zuccherina di origine naturale, che è presente in tutto lo spessore della pelle: quello utilizzato in medicina estetica è sintetizzato in laboratorio e ne rappresenta una perfetta riproduzione. Una volta iniettato, l’acido ialuronico in versione fluida, oltre a riempire la ruga, idrata il derma e stimola i fibroblasti a produrre più collagene ed elastina, migliorando la qualità dei tessuti. È utilizzato prevalentemente per attenuare le rughe ai lati del naso, sulla fronte, tra le sopracciglia, ma anche per aumentare il volume delle labbra. Nella versione reticolata, l’acido ialuronico è utilizzato per la correzione della forma e dei volumi del viso, come mento piccolo e/o sfuggente, zigomi inesistenti, cedimenti del contorno mandibolare, o per alzare il sopracciglio e “aprire” di conseguenza lo sguardo. L’effetto dura mediamente dai 3 agli 8-10 mesi nella versione crosslinkata, poi va ritoccato.
• Da settembre 2007 è disponibile anche un nuovo filler, sempre a base di acido ialuronico specifico, per il body shaping. Può essere utilizzato per modellare e sollevare i glutei, per valorizzare i polpacci, per riempire i vuoti lasciati dalla liposuzione o le cicatrici causate da traumi o interventi chirurgici, per aumentare i pettorali nell’uomo e di una taglia il volume del seno nella donna. L’effetto dura dai 12 ai 18 mesi.